Obdachlose sollen ausreisen

Zunehmend verweigern Notunterkünfte für Obdachlose EU-Bürger_innen  Hilfe. Hamburg setzt nun noch eins drauf gesetzt - hilfesuchende obdachlose EU-Bürger_innen sollen ausgewiesen werden.

Mehr zum Thema

Kommentar des Paritätischen Wohlfahrtsverbandes  

Foto: © Kara - Fotolia.com

Einwanderungsgesetz notwendig

Kann man über ein Einwanderungsgesetz reden, wenn die Mehrzahl der Menschen in Deutschland gerade die Nase voll hat von Zuwanderung?  

Kommentar zum Thema von Josip Juratovic, MdB und freigestellter Betriebsrat von Audi  

Foto: © andrea-lehmkuhl / Fotolia.com

MdBs mit Migrationshintergrund

22,50 Prozent der Gesamtbevölkerung haben Migrationshintergrund. Aber wie sieht es aktuell im Bundestag aus? 

Mehr 


Foto: vege / Fotolia.com

Schutz für entsandte Beschäftigte

12-Stunden Schicht, 6 Tage die Woche und am Ende nicht den vereinbarten Lohn erhalten - das kennen zu viele entsandte Beschäftige. Nun gibt es neue Anläufe ihre Situation zu verbessern.

Vorschläge zur Reform der Entsenderichtlinie

Kommentar Terry Reintke, MEP Die Grünen

Foto ©-andrea-lehmkuhl / Fotolia

Augsburg: ver.di kämpft gegen Abschiebung

Krankenpfleger werden dringend gesucht - trotzdem soll er afghanische Flüchtling Anwar Khan abgeschoben werden. Und dass, obwohl er Anfang Oktober mit seiner Ausbildung zum Gesundheits- und Krankenpfleger beginnen wollte.

Der Fall

Foto: © sudok1 - Fotolia

Neoliberales Programm mit sozialpopulistischem Mantel

Die Auseinandersetzung mit den Rechtspopulisten findet auch in den Betrieben statt.

Was können Gewerkschaften und Betriebsräte tun? 

Foto: © blende11photo / Fotolia

„Sono sempre alla ricerca di corsi di perfezionamento”: A colloquio con Abdelgani Yazef

20.09.2007

Abdelgani Yazef è giunto dal Marocco all’età di 16 anni. Lavora come fabbro in una fabbrica di lavorazione del metallo, presso la quale vengono prodotte bandelle per porte e finestre. È presidente del consiglio di fabbrica e membro del sindacato dei metalmeccanici IG Metall.

Europa Mobil: È innegabile che oggi il perfezionamento professionale è più importante che mai. Innanzi tutto una domanda: cosa ha significato per te personalmente il perfezionamento professionale e soprattutto cosa ti ha dato?

Abdelgan Yazef: Il perfezionamento professionale è stato sempre molto importante per me. Infatti, mi ha consentito di progredire nella mia professione. Ma, anche come membro del consiglio di fabbrica il perfezionamento generale per me è importante. Infatti, ho frequentato, ad esempio, dei corsi nei quali ho appreso molto sulla conoscenza degli esseri umani. Questo mi aiuta, quando qualche volta sorge un conflitto. Infatti, ascolto ambedue le parti e quindi riesco a mediare. Il più delle volte uno dei due ha capito male qualcosa.

Nella tua funzione di presidente del consiglio di fabbrica, come cerchi di convincere le tue colleghe ed i tuoi colleghi a prendere parte ai corsi di perfezionamento?

Cerco di avviare un dialogo con i colleghi. Spiego loro quanto sia importante apprendere cose nuove. Ma mi impegno anche a trovargli dei corsi. Cerco dappertutto, dove ci sono offerte di perfezionamento e quindi gliele propongo. Sono riuscito a convincere dieci colleghi a frequentare un corso di perfezionamento per l’elaborazione elettronica dei dati presso l’Euro-Scuola. Adesso sono contenti anche loro di averlo fatto. Il mese prossimo altri tre colleghi frequenteranno un corso per saldatori.

Si tratta di colleghi stranieri o tedeschi?

Misti, colleghi tedeschi e stranieri.

Quante persone hanno un retroterra migratorio nella vostra azienda?

Circa il dieci per cento. Vengono da tutte le parti del mondo, dalla Turchia, dalla Grecia, dal Marocco, dal Ghana.

Quanti colleghi hanno partecipato all’incirca quest’anno a corsi di perfezionamento?

16 colleghi. Su 120 dipendenti, non sono pochi.

Come reagisce la direzione rispetto al tema del perfezionamento?

Lo accoglie senza dubbio con favore. Anche il titolare sa quanto è importante questo tema. Ho fatto anche presente che esiste l’assegno per la formazione del Nordreno-Vestfalia. Grazie a quest’assegno vengono rimborsati alcuni costi per il perfezionamento. Abbiamo anche un corso di inglese, che svolgiamo qui da noi. Anche il nostro titolare lo frequenta.

Quest'articolo è tratto dalla pubblicazione "Europa:Mobil settembre 2007 (versione italiana)" ripreso